Home Bici A qualcuno piace e-Fat

A qualcuno piace e-Fat

0
CONDIVIDI

La Fat bike è tra le novità degli ultimi anni più apprezzate dagli utenti a due ruote. Bici dalle ruote tozze e tassellate buone per il fuoristrada, ma anche per gli ostacoli di città. E non potevano non arrivare le versioni elettriche. Eccone alcuni interessanti modelli visti nei saloni di Eicma 2017.

BAT DI BAD BIKE

Bad Bike è un produttore napoletano che esporta i suoi modelli all’insegna della ruote “grasse” in tutto il nord Europa. Bat è una mini crossover e-bike, cioè una bici compatta con cerchi da 20” che la rendono agile per muoversi in ambito urbano con il vantaggio dei battistrada larghi 4” ottimi per affrontare in sicurezza i piccoli ostacoli cittadini: appunto binari del tram, pavé e buche. Le ruote tassellate sono adatte anche per escursioni nella natura senza il timore di pozzanghere fangose, sabbia o neve. L’altra particolarità della Bat è il sistema elettrico pensato per adattarsi pure alle esigenze dei piccoli bikers. Il kit, infatti, è programmabile per limitare la velocità a 12 km/h (dai 25 di legge) in modo da consentire ai bambini di prendere dimestichezza con l’e-bike.

Bat con ruote mini da 20”

La Bad Bike Bat monta un motore 8 Fun inserito nel mozzo della ruota posteriore con potenza di 250 W modulabile tramite 5 livelli di erogazione, nonché con la funzione soft start che agevola le partenze in salita, fornisce una spinta “dolce” e consente di muoversi fino a 6 km/h senza pedalare. Le batterie, integrate nel telaio ed estraibili dal basso, sono a polimeri di litio da 238 Wh, capacità ricaricabile in 4-6 ore e sufficiente per autonomie di 20-25 km. A completare il kit è lo schermo Lcd con presa USB, informazioni sul viaggio e livello di ricarica degli accumulatori e pulsanti per l’accensione delle luci a led e la selezione del livello di assistenza. Il modello è proposto a circa 1.200 euro con freni a disco Tektro, cambio Shimano Altus a 7 velocità e pedali Welgo pieghevoli.

FANTIC, DAL CABALLERO ALLA E-BIKE

La casa trevigiana famosa per la produzioni di moto off-road (chi ricorda il Caballero?) ha iniziato quest’anno a produrre e-bike sfruttando un assemblaggio tra stile italiano, tecnologia tedesca ed utilizzando la migliore componentistica presente oggi sul mercato. Fantic infatti usa motore Brose, batterie della tedesca Bmz, forcelle Rock Shox e cambio Sram. Una gamma completa di e-bike da fuoristrada che ha come fiore all’occhiello la Fat Sport, proposta in due varianti.

Fantic Fat Sport

Fat Sport è la versione più sportiva delle e-bike Fantic. Il motore Brose da 36 Volt, sviluppa una potenza da 250 Watt e una coppia di 90 Nm. Viene montato un pacco batteria della Bmz con capacità fino a 630 Wh garantirà autonomie di 120 Km sul piano o 60-80 Km su percorsi impegnativi. La trasmissione monta il gruppo NX a 11 velocità della Americana Sram. I freni idraulici sono della Avid con disco anteriore da 200mm e posteriore da 180mm. La forcella ammortizzata è la collaudata Bluto della Rock Shox con corsa 100mm e blocco al manubrio OneLoc. Tutte le bici sono vendute in tre grandezze di telaio. Esiste poi una versione della Sport con gomme da 24’’, unica nel suo genere, per una maggiore maneggevolezza sullo stretto e rapidi cambi di direzione.

ARMONY DA SAN MARINO

Attiva da oltre un decennio e con una produzione di cento bici elettriche, la sanmarinese Armony propone fat e-bike dal design molto accattivante e dalle soluzioni insolite, a partire dal posizionamento del propulsore che varia a seconda del modello, una potenza da 500 Watt e i progetti tutti fatti in casa. Soltanto le batterie non sono prodotte nello stabilimento madre, ma arrivano da Samsung e Sanyo. Tra i vari modelli sportivi due sono espressamente fat: Sestriere e Campione.

Sestriere Sport con motore da 500W

Sestriere monta ruote da 27,5’’ fat ma con un’anima ancora mountain, ha il telaio in alluminio e cambio Shimano da 9 rapporti. Il motore può essere scelto tra il classico 250 W e quello col raddoppio di potenza e l’autonomia varia a seconda del modo di utilizzo, con cinque livelli di assistenza regolabili tramite schermo sul manubrio. la batteria è Samsung da 36V. Il peso totale della bici raggiunge i 21 kg e il prezzo al pubblico è intorno ai 2.500 euro.

Per quanto riguarda la Campione si tratta di un modello più compatto e pesante, con ruote da 26’’ e cambio a 7 rapporti. Il motore è quello da 500W per la Sport e da 250W per la Evolution ed è una fat e-bike come si immagina oggi. I prezzi vanno dai 1.600 della Evo ai 2.400 della Sport.