Home Bici A NY chiude una linea metro: 80 mila pendolari in e-bike

A NY chiude una linea metro: 80 mila pendolari in e-bike

0
CONDIVIDI

Non si ferma più la storia d’amore tra la Grande mela e le bici a pedalata assistita. Arriva il servizio di Citi Bike che consentirà di usare e-bike al posto di una linea della metro che chiuderà per lavori a partire da gennaio

Le e-bike al posto della metropolitana. Proprio così, almeno per qualche mese, nella Big Apple. A partire dal gennaio 2019, la porzione occidentale della linea del treno L verrà chiusa per 15 mesi. Questa importante rotta attraversa Brooklyn e Manhattan e trasporta circa 275 mila pendolari al giorno.

La Metropolitan transportation authority (MTA) ha dichiarato di ritenere che circa 195 mila dei pendolari giornalieri saranno in grado di dirottare verso altre linee della metropolitana. Ma ciò lascia ancora circa 80 mila pendolari che hanno bisogno di un altro modo per entrare e uscire da Manhattan.

Mille bici elettriche in condivisione

Mentre gli autobus navetta e altri metodi costituiranno una grossa fetta della soluzione, L’amministrazione di New York City si affida anche a una nuova flotta di biciclette elettriche. Gestite dal programma di condivisione di biciclette Citi Bike per affrontare questa necessità e aiutare i newyorkesi a andare a lavorare e tornare a casa.

Oltre alle 1250 biciclette a pedali e ai 2500 punti di aggancio che Citi Bike sta aggiungendo per contribuire ad alleviare la crisi degli spostamenti. Lanciano anche altre 1000 biciclette elettriche per rendere meno problematica la situazione.

Le e-bike sempre disponibili negli stalli

A differenza dei programmi di condivisione di biciclette elettriche senza dock come Jump, le biciclette elettriche Citi Bike dovranno essere restituite in specifici stalli dopo il loro utilizzo. Questo per facilitare l’utilizzo ad altri ciclisti. Mentre questo metodo da un lato rimuove la comodità di lasciare la bici dove si vuole. Dall’altra dà la certezza di trovare sempre una bici disponibile alla “stazione”. Il dock facilita insomma chi è pendolare regolare, e il servizio di Citi Bike si rivolge prettamente ai lavoratori.

Citi Bike non ha ancora rilasciato specifiche esatte sulle nuove biciclette elettriche, ma l’operatore dell’azienda Motivate gestisce anche il programma di condivisione di biciclette elettriche Ford GoBike a San Francisco. Queste e-bike sono basate su biciclette elettriche GenZe, che possono viaggiare fino a 29 km / h per circa 25 miglia (40 km) grazie a un pacco batterie da 345 Wh.

Le biciclette elettriche hanno costantemente dimostrato di essere uno dei migliori metodi di trasporto negli ambienti urbani, soprattutto se confrontati con altre alternative per il pendolarismo cittadino.

Un cambio di passo deciso

Pensare che solo fino a pochi mesi fa le e-bike erano bandite dalle strade di New York. Poi da aprile è scoppiato l’amore tra l’amministrazione cittadina e le due ruote motorizzate green. Dopo il via libera alla pedalata assistita privata, arriva adesso pure un servizio di bike sharing basato sul motore elettrico. Infatti New York sembra essere convinta della validità delle due ruote in mezzo al traffico cittadino. Per questo motivo si affiderà a loro per aiutare i pendolari ad affrontare la chiusura temporanea di una sezione del sistema metropolitano della città all’inizio del prossimo anno.

Da aprile 2018 è ammesso l’utilizzo sulle strade delle biciclette a pedalata assistita mentre resta il divieto delle biciclette esclusivamente elettriche. Ciò significa no a quelle col motore che si attiva anche senza pedalare. L’amministrazione della Grande Mela aveva vietato l’utilizzo delle bici elettriche per questioni di sicurezza. Durante il divieto era possibile possedere una bici elettrica ma se la si usava per  strada si rischiava una sanzione di cinquecento dollari.

New York ha deciso così di percorrere la strada verso il futuro. In sella a una e-bike.