Home Turismo elettrico A Milano è Ev anche l’autobus a due piani

A Milano è Ev anche l’autobus a due piani

0
CONDIVIDI
(FOTO MARMORINO-NEWPRESS)

Sarà il primo autobus a due piani interamente elettrico a circolare in Italia, e il secondo in Europa dopo quello di Parigi. Da oggi lo potranno utilizzare i turisti che visiteranno Milano, anche dall’altro del “piano superiore”.

Il nuovo mezzo EV dell’operatore specializzato City Sightseeing Italy, presentato a Palazzo Marino dal presidente del gruppo, Fabio Maddii, e dalla vicesindaco, Anna Scavuzzo, può trasportare 70 persone (20 al primo e 50 al secondo piano) ed è alimentato da due motori elettrici da 125kw. Nel punto di ricarica, a Pero, è stato installato un impianto fotovoltaico da oltre 100kw dove potrà fare il “pieno” in circa 5 ore.

Fabio Madii (FOTO MARMORINO-NEWPRESS)

Grazie alle batterie di nuova generazione, l’autobus a due piani avrà 12 ore di autonomia, per un totale di circa 250 chilometri in condizioni normali e 190 con l’aria condizionata in funzione. Una percorrenza comunque sufficiente a coprire l’abituale tragitto turistico di visita della città. «L’obiettivo – spiega Maddii – è incentivare la mobilità collettiva green e valorizzare allo stesso tempo i beni culturali delle città italiane». Il gruppo è intenzionato a sostituire progressivamente l’attuale flotta diesel, convertendola in full electric; entro il 2023 il 70% dei mezzi sarà a zero emissioni. «Nei prossimi anni _ ha aggiunto _ il brand City Sightseeing in Italia deve essere anche e soprattutto sinonimo di mobilità turistica sostenibile. Si tratta del secondo esemplare di bus turistico elettrico circolante in Europa a riprova della sensibilità del Gruppo riguardo alla mobilità sostenibile che rappresenta uno dei punti chiave del Piano Straordinario per la Mobilità Turistica in Italia». «Siamo davanti all’esempio di un privato che va nella stessa direzione dell’Amministrazione _ ha detto Scavuzzo _ Sostenibilita’ ambientale, ma anche economica: scegliere la strada green richiede uno sforzo che guardi piu’ lontano. Una prospettiva a cui tutti noi dobbiamo guardare».

Investimento da 500 mila euro

L’investimento per questo primo esemplare e per il sistema di ricarica è stato di 500mila euro. L’autobus a due piani ha già superato circa un mese e mezzo di test a vuoto in strada a Firenze e Milano e, dopo il debutto con i passeggeri a Milano, si sposterà in altre città per procedere ad altrettanti test operativi. Terminati i test sul prototipo nelle varie città che richiederanno circa un anno, il gruppo è intenzionato a procedere alla estensione del mezzo EV alle altre 13 città italiane nelle quali il bus operator è attivo con la formula “hop-on hop-off”.

Milano capitale della future mobility

 

Che Milano stia ormai svettando fra le città italiane ed europee come una delle capitali della Smart Mobility è confermato da un’altra notizia arrivata ieri: il gruppo bancario francese Crédit Agricole, scegliendo il capoluogo lombardo per la prima sede italiana _ e prima fuori dalla Francia _ del suo network di hub dell’innovazione Le Village by Crédit Agricole (sono 28 in tutto), dedicherà uno specifico spazio a “Future Mobility”, settore considerato, assieme a moda, design-arredamento e agrifood una eccellenza milanese.


La struttura avrà sede nel pieno centro, in un convento
del XIII secolo in zona Porta Romana, in uno spazio di 2.700 mq, dove saranno ospitate dalle 40 alle 50 startup per 200 postazioni di lavoro e sarà diretto da Gabriella Scapicchio. Il progetto verrà poi esteso alla principali piazze di presenza del gruppo in Italia: Parma, La Spezia, Venezia e Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome