Home Moto & Scooter A Milano anche la moda sfila in monopattino elettrico

A Milano anche la moda sfila in monopattino elettrico

0
CONDIVIDI

La moda sfila in monopattino elettrico. Succede a Milano dove ieri si è aperta la settimana della moda con uno steet show dello storico marchio londinese Matchless London. Cinquanta modelli e modelle hanno percorso le vie del centro a bordo dei monopattini elettrici griffati Helbiz indossando i capi del brand inglese. Ancora manca il decreto attuativo che disciplini l’uso dei monopattini elettrici nelle nostre città, ma il mondo della moda li ha già adottati. 

Durante tutta la settimana i modelli di Matchless London sfrecceranno tra le principali vie della moda milanese utilizzando i veicoli di Helbiz, prima società di sharing già autorizzata ad erogare il servizio nel capoluogo lombardo, ma per il momento bloccata dalla mancanza di norme che legalizzino la circolazione di monopattini e hoverboard elettrici nelle strade italiane. L’iniziativa di Matchless London e Helbiz, quindi, assume anche il valore di una “provocazione” nei confronti del Ministero dei trasporti che non ha rispettato i tempi fissati (31 gennaio) per la pubblicazione del decreto.

Una “provocazione” aspettando il decreto

Con la street experience dinamica al posto della tradizionale sfilata in passerella il brand inglese sposa la filosofia della condivisione e della mobilità urbana smart promossa da Helbiz e già molto diffusa in tutte le grandi metropoli del mondo. Con questa iniziativa, spiega  Matchless, la griffe si fa promotore di un sistema di trasporto dall’energia pulita, alternativa intelligente ed ecosostenibile al congestionamento urbano. Concetto che si riflette anche nella collezione, fatta da capi componibili realizzati con materiali green e pensati per una urban mobility smart. La collezione per lui e per lei comprende Parka e biker in pelle e montone, trattati con cere naturali, trench in nylon spalmato accoppiato con la lana trattata con il teflon. Dopo la sfilata, che verrà ripetuta durante tutte le giornate della fashion week, i monopattini elettrici saranno noleggiabili scaricando l’apposita app su www.helbiz.com/go.

HelbizGo già pronta a partire 

Helbiz è una società americana con sede a New York fondata nel 2017 dall’italiano Salvatore Palella con l’obiettivo di risolvere il problema dell’ultimo miglio attraverso una piattaforma innovativa per il noleggio di veicoli di trasporto. Connettività on-board, elettrificazione, trasporto condiviso e on-demand sono i driver che guidano lo sviluppo del brand, che è già presente in circa 10 Paesi nel mondo. HelbizGo è il servizio per il noleggio di monopattini elettrici che offre agli utenti un mezzo pratico ed economico per gli spostamenti a medio e corto raggio. HelbizGo si basa infatti su un’applicazione mobile gratuita scaricabile da smartphone che consente la geolocalizzazione dei monopattini e il successivo sblocco mediante scansione di codice QR situato sul manubrio. La riconsegna avviene in modalità free floating: una volta terminata la corsa l’utente può parcheggiare il monopattino sul posto, senza l’obbligo di riportarlo verso rastrelliere o altri punti predefiniti. Helbiz è anche riconosciuta per il primo sviluppo commerciale di un sistema di drone taxi: le prime corse saranno operative da marzo 2019 nello Stato di Antigua, per poi espandersi nel resto del mondo.

Matchless, 120 anni dalle moto alla moda

Matchless London fu fondata da Henry Collier,  progettista, grande imprenditore e pilota vincente.

Henry Collier

Nel 1899, insieme ai figli, aveva creato la MatchlessMotorcycles, che divenne poi il più importante marchio motociclistico inglese. Charles Collier, figlio di Henry vinse nel1907, su una Matchless, il primo Tourist Trophy, la mitica corsa motociclistica che tutt’ora si svolge nell’isola di Man. Harry vinse nel 1909 e nel 1910. A seguito del grande successo commerciale, acquisirono altri marchi famosi quali AJS, Sunbeam e Norton. Furono anche i primi imprenditori a preoccuparsi della sicurezza, creando un reparto dove venivano studiati capi per la protezione del motociclista. Negli anni ‘20 e ‘40 la Matchless sviluppò un grande know how nella pelle specialmente per i capi da indossare nelle gare di velocità. Nel primo dopoguerra, la produzione si ampliò ai tessuti tecnici per i capi off road ed enduro e successivamente alla moda tuout cout.

I due figli di Collier con la prima moto Matchless prodotta nel 1904