Home Car Sharing e Flotte A e_mob 2018 in mostra lo sharing elettrico

A e_mob 2018 in mostra lo sharing elettrico

0
CONDIVIDI

I vantaggi della “sharing mobility” sono tra i temi della 2° edizione di e_mob 2018,  (27- 29 settembre, Palazzo Lombardia, Milano). Presenti com esposito diversi gestori dello sharing elettrico (guarda anche la nostra guida). Eccoli:

E-vai – www.e-vai.com

Tra i primi servizi di sharing a proporre le auto elettriche, E-vai è l’unica proposta di carattere regionale. Con offerte riservate ai pendolari del treno. Presente in oltre 30 località della Lombardia con più di 90 postazioni, compresi gli aeroporti di Milano Linate, Malpensa, Orio al Serio e la Fiera di Milano Rho. Il parco auto è composto da più di 100 automobili, in prevalenza elettriche di ultima generazione. Iscrizione gratuita.

Adduma Car –www.addumacar.it

Creata da una start up nata in provincia di Enna, prende il nome dal termine dialettale siciliano “adduma”, che significa “accendi”. Un chiaro riferimento alla volontà di impiegare mezzi elettrici per il servizio. Approdata a Firenze nel 2017, è disponibile anche a Sesto Fiorentino con l’intento di espandersi in altre località della città metropolitana toscana.  Ai 40 veicoli iniziali si sono aggiunti di recente altri 60 mezzi per una flotta complessiva di 100 unità. Delle quali 80 auto elettriche (Renault Zoe, Citroën C-Zero e Peugeot iOn) e 20 veicoli commerciali dei medesimi marchi e di Nissan. Gli iscritti hanno accesso libero alla ZTL e possibilità di parking nelle strisce blu, nei parcheggi dedicati e in quelli riservati ai residenti.  Si punta poi sulle consegne green, ossia l’uso di furgoni elettrici per le consegne e il fattorinaggio di tutti i giorni. L’idea è che il car sharing possa radicarsi nei cuori di padroni e padroncini impossibilitati a percorrere i centri storici in modo semplice, silenzioso, veloce e non inquinante.

ReFeel – emobility.refeel.eu

ReFeel eMobility è l’innovativo servizio di car sharing elettrico espressamente pensato per le esigenze del mondo corporate. Una soluzione pay per use all-inclusive che si compone di Renault Zoe, colonnine di ricarica, energia rinnovabile e app di noleggio. Il tutto viene fornito in setup gratuito e senza vincoli ad aziende, hotel, centri direzionali, residenziali e comuni. Una mobilità elettrica “zero impegno” per avvicinare le aziende e le persone alla mobilità zero emissioni. Grazie a vetture dedicate pronte all’uso, in parcheggi di partenza e riconsegna, il servizio ReFeel eMobility ha la flessibilità del car sharing classico. Ma anche l’esclusività di un noleggio a lungo termine, offrendo un mezzo pronto all’uso dove se ne ha bisogno e il pagamento solo all’utilizzo.

MiMotomimoto.it

L’obiettivo di MiMoto è rendere Milano e Torino – città in cui il servizio è attivo – più vivibili e facilitare gli spostamenti urbani con un occhio all’ambiente. Con una flotta complessiva di 400 eScooter, il servizio garantisce un’offerta ecosostenibile al 100%. Ma anche Easy-to-use, grazie ad un mezzo di soli 80 kg, leggero, facile da guidare e progettato per la mobilità urbana. Le tariffe sono vantaggiose: 0,99 euro l’iscrizione e una tariffa di listino di 0,23 euro al minuto. Ogni scooter MiMoto è omologato per due passeggeri e ha in dotazione due caschi, disponibili nel bauletto. I mezzi sono tutti alimentati da energia elettrica green e made in Italy. Inoltre, il servizio è free floating, senza vincoli di stazioni di ricarica e senza chiavi. Localizzato l’eScooter più vicino tramite App, disponibile per iOS e Android, si prenota, si parte. Una volta terminata la corsa lo si lascia dove si vuole, all’interno dell’area coperta dal servizio. Per e_mob 2018 è disponibile il codice promo “emob2018” per usufruire di 15 minuti gratuiti.

Bitridewww.bitride.eu

È un bike-sharing ideato da Zehus, azienda high tech frutto di uno spin off  del Politecnico di Milano, in collaborazione con Vodafone Automotive. Bitride ha vinto il premio europeo H2020 grazie all’innovazione del progetto. È attivo a Milano dallo scorso settembre, con una prima fase di sperimentazione con 150 studenti e docenti del Politecnico di Milano. Ed è il primo servizio di condivisione a flusso libero attuato con una bici a pedalata assistita. Si tratta di un modello con sistema Zehus Bike+ “all in one” concentrato nel mozzo della ruota posteriore. E comprendente una modalità d’uso “non-plug in hybrid”, che non necessita ricarica da rete. E che, grazie ad un complesso algoritmo, ottimizza l’energia necessaria al moto in funzione delle condizioni di pedalata. E infine provvede, in condizioni ottimali di normalità o nel corso di una discesa, a recuperare parte dell’energia prodotta in eccesso ricaricando le batterie. Il servizio è gratuito previa registrazione a pagamento al costo di 2 euro. L’utente, una volta registrato, ha un portafoglio virtuale con un importo iniziale di 10 euro e 10 stelline, pari ad una corsa in modalità ibrida. Ogni qualvolta l’utente utilizza una Bitride avrà accrediti o addebiti sul portafoglio virtuale in base alla modalità di pedalata scelta. Ovvero: standard, pedalata muscolare, hybrid, pedalata assistita o boost.

Clicca qui per vedere il programma completo di e-mob 2018