Home Aziende A Bergamo gli e-bus sono anche extra-urbani

A Bergamo gli e-bus sono anche extra-urbani

2
CONDIVIDI
Autobus elettrici

A Bergamo gli autobus elettrici supereranno i percorsi urbani e collegheranno la città con i comuni vicini. E’ la linea e-BRT che impiegherà 15 autobus full electric da 18 metri per 120 passeggeri. Progetto da 84 milioni.

Il progetto e-BRT finanziato dall’Ue con 84 milioni

Autobus elettrico in servizio a Bergamo
Uno degli autobus elettrici già in servizio a Bergamo

L’e-BRT collegherà Bergamo con i comuni vicini di Lallio, Dalmine, Osio Sopra, Osio Sotto, Verdellino per un bacino d’utenza significativo: circa 200 mila persone. I due capolinea saranno posti entrambi vicino alle stazione ferroviarie di Bergamo e Verdello per una lunghezza complessiva del tracciato da 29,7 km e 42 fermate principalmente su corsia preferenziale (73%). L’investimento è di 84 milioni di euro, finanziato dall’Unione Europea attraverso il piano Next Generation EU. Insomma i fondi del Pnrr.

La mappa di collegamento con gli ebus a Bergamo e hinterland
La mappa di collegamento con gli autobus elettrici a Bergamo e hinterland

Il bando del progetto è stato pubblicato il 28 dicembre scorso e si chiude 16 febbraio 2023. La stipula del contratto è prevista per giugno 2023, il completamento della progettazione e l’inizio dei lavori ad aprile 2024. Inizio servizio a luglio 2026. Questo il cronoprogramma del progetto che oltre gli autobus da 18 metri prevede la messa in strada anche di piccoli mezzi elettrici per collegare il Parco Scientifico e Tecnologico del Kilometro Rosso.

Per i 15 e-bus da 18 metri ricarica anche al capolinea

La linea di Bergamo e-BRT impiegherà 15 e-bus, lunghi 18 metri con capienza massima di circa 120 passeggeri. Capitolo ricarica: quella lunga è in deposito ma sono previste anche le ricariche veloci grazie all’uso del pantografo, ai capolinea. Nelle ore di punta si stima di trasportare fino a 700 persone con una corsa ogni 15 minuti. Sono stati calcolati i benefici ambientali: – 7 decibel di inquinamento acustico, – 700 tonnellate di CO2 l’anno.

YouTube player

La gara per i nuovi mezzi sarà pubblicata nel corso del 2023 grazie a 14,25 milioni di euro. Il progetto è gestito da ATB (Azienda trasporti Bergamo) guidata dal direttore generale Liliana Donato. Stefano Zenoni, assessore comunale alla Mobilità: “Più trasporto pubblico in sede dedicata è la miglior soluzione per offrire un’alternativa all’auto privata“.

Previsto l’acquisto di 52 autobus elettrici

A Bergamo sono già in servizio gli e-busi. Gli ultimi due sono arrivati nel 2022, si tratta di autobus E12 dei cinesi di Yutong con autonomia da 12 ore che permette la ricarica nel deposito comunale. Nel 2021 quasi la metà della flotta di autobus cittadini (46,9%) è “composta da mezzi diesel free, con alimentazione elettrica o a metano. Si prevede l’acquisto  entro il 2033, di 131 autobus, di cui 52 elettrici, 63 a metano e 16 ibridi metano/elettrico“.

–Iscriviti a Newsletter e canale YouTube di Vaielettrico.it–

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Però questi cinesi, propongono anche autobus 100% elettrici. Non sono d’accordo di tutto questo ostracismo contro i cinesi, non è vero che tutto quello che arriva da la è sbagliato. Invece è un popolo intelligente e laborioso, anche un popolo colto. Tra l’altro stanno facendo molto per inquinare meno possibile e convertirsi alle energie rinnovabili con investimenti monstre che noi ci sogniamo.
    La Cina è un gran emettitore di CO2, ma per forza visto che il Mondo ha delocalizzato le produzioni più energivore.

  2. Non ho dubbo che verrà tutto benissimo e sarà realizzato in brevissimo tempo. Qualsiasi cosa che si frappone fra un bergamasco e la sua betoniera è destinato invariabilmente a soccombere. Pota! ☝️

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome