Home News Oxford cerca di darsi una scossa: in centro solo veicoli elettrici

Oxford cerca di darsi una scossa: in centro solo veicoli elettrici

2
CONDIVIDI

La città britannica, sede del noto Ateneo, sta per imporre forti restrizioni alle auto alimentate con i carburanti tradizionali

Nel centro di Oxford sarà presto vietata la circolazione dei veicoli diesel e benzina. La misura fa parte di un piano volto a trasformare la cittadina britannica, che di recente ha registrato un drammatico aumento dei livelli di diossido di azoto presente nell’aria, nella prima zona urbana a emissioni zero al mondo.
In una prima fase, a partire dal 2020, il provvedimento riguarderà solo alcune vie del centro, e si applicherà solo ai mezzi più inquinanti. Secondo la proposta, presentata congiuntamente dalla municipalità di Oxford e dalla contea dell’Oxfordshire, lo sviluppo delle auto a energia alternativa permetterà però di estendere il divieto a tutti i veicoli non elettrici entro il 2035.
Come racconta il sito del Guardian in questo articolo, le autorità locali puntano dritte a una riduzione dei livelli di azoto fino al 75%. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2016 Oxford è stata una delle undici città del Regno Unito a superare i livelli massimi di polveri sottili presenti nell’aria. Eppure, anche in questa terra che ospita una delle Università più famose e d’avanguardia al mondo, il bando ai carburanti tradizionali ha avuto una gestazione lunga e non facile, perché ovviamente non sono mancate le voci contrarie o che chiedevano misure alternative. Voci che, peraltro, avranno ancora la possibilità di entrare in capitolo nelle consultazioni previste dall’iter burocratico, consultazioni in partenza lunedì prossimo.
La municipalità si è di recente vista conferire dal governo May 1,3 milioni di sterline per installare oltre 100 stazioni di ricarica per automobili elettriche (inclusi taxi), ma ritiene che ne servano molte altre per implementare la politica emissioni zero. Fra le misure al vaglio delle autorità locali, vi sono l’introduzione di tariffe di parcheggio scontate per le auto elettriche e la creazione di piazzole taxi e carico merci riservate ai veicoli elettrici.
Il sindaco di Londra, Sadiq Kahn, ha di recente esortato il Ministero dell’Ambiente britannico a modificare il “Clean Air Act” in modo da facilitare la realizzazione di zone a emissioni zero.

2 COMMENTI

  1. Do you mind if I գսote a few of your posts as long as I
    provide credit and sօurces back to your webpage?
    Mʏ blog iѕ in the ѵery same area of interest as
    yours and my uѕers would truly benefit from somе of the informatіon yоᥙ
    present here. Please let me know if tһis alright with
    you. Thanks!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome