Home Moto & Scooter EgoGp, ecco l’Energica da corsa

EgoGp, ecco l’Energica da corsa

1
CONDIVIDI

TORNA A: Enel e Dorna lanciano Fim Enel MotoE world cup 

Sarà un’ evoluzione del modello di punta Energica Ego e si chiamerà EgoGp il bolide scelto da Dorna per sperimentare le moto elettriche nel circuito di gare FIM Enel MotoE World Cup a partire dal 2019.

Più potente del modello commerciale (110 kW pari a circa 147 cavalli) con più coppia (200 nm), una velocità massima di oltre 250 km/h, un’accelerazione da 0 a 100 in meno di 3 secondi, una riduzione dei pesi grazie a molti componenti in composito stampati in 3D, la nuova EgoGp avrà anche masse ottimizzate per aumentare la maneggevolezza, la guidabilità e la tenuta in curva. «Guidandola in pista ho già avuto sensazioni entusiasmanti e sono rimasto sinceramente sbalordito. Molto del lavoro è tuttavia ancora da fare» ha detto il tre volte campione del mondo Loris Capirossi che ha testato a Vallelunga il primo prototipo totalmente derivato di serie raccontando le sue sensazioni ieri alla presentazione di Roma con la livrea firmata dal super sponsor del nuovo circuito Enel.

Il colosso elettrico darà anche un contributo allo sviluppo del pacco batterie che non sarà rivoluzionato rispetto alla moto di serie, ma migliorato per permettere ai bolidi di portare a termine gare da almeno 10-15 giri, vale a dire 60-70 chilometri, senza soste o cambio di moto pur mantenendo sempre le prestazioni ai livelli del massimo potenziale. Un risultato che deriverà da una riprogettazione a 360 gradi della Ego già avviata nello stabilimento Energica di Campogalliano. In primavera dalla fabbrica modenese usciranno i primi prototipi definitivi per i test delle squadre ufficiali e per una serie di esibizioni dimostrative a margine dei principali appuntamenti di MotoGp europei di quest’anno.

Sarà una lunga fase di affinamento per raggiungere gli standard di prestazione, affidabilità e sicurezza richiesti da Dorna. Il lavoro di messa a punto riguarderà sia l’hardware sia il software, in gran parte proprietari. Energica detiene infatti tre brevetti su altrettanto componenti chiave della moto elettrica: la VCU (Vehicle Control Unit) il cuore intelligente che regola l’erogazione di potenza, la Supply Unit, vale a dire l’insieme di celle batterie, contenitore e cablaggi in alluminio microforato per ilo raffreddamento, l’eAbs che regola la frenata rigenerativa. Le moto Energica, inoltre, sono le uniche dotate di un sistema Fast Charge su base CCS Combo che consente di ricaricare le batterie da 0 all’85% in 20 minuti.

«La nostra storia proviene dalle corse, Energica fa parte del Gruppo CRP, dal 1970 un pioniere nel mondo del motorsport internazionale e centro d’eccellenza per le tecnologie all’avanguardia _ ha spiegato Livia Cevolini, CEO Energica Motor _ La nostra passione per questo settore non è mai svanita». Energica infatti nasce tra il 2008 e il 2009, anno in cui l’azienda sviluppa una moto da corsa completamente elettrica, la eCRP. La sua progettazione ha richiesto ingegno e competenze che dal 2012 sono state riversate nel progetto imprenditoriale di Energica.

 

ENERGICA EgoGP

SCHEDA TECNICA

 

MOTORE Sincrono a Magneti Permanenti raffreddato ad olio
VELOCITÀ MAX 250 km/h
POTENZA kW (Hp) 110 kW (147Hp)
COPPIA 200 Nm da 0 a 5000 rpm
BATTERIA Ioni di Litio ad alta tensione – capacità TBD
RICARICA Carica Veloce DC Modo 4
CERCHIO ANTERIORE Forgiato in Alluminio
CERCHIO POSTERIORE Forgiato in Alluminio
PNEUMATICO ANTERIORE Michelin
PNEUMATICO POSTERIORE Michelin
TELAIO Traliccio in Tubi d’Acciaio
FORCELLONE Fuso in Alluminio

 

La scheda tecnica è indicativa e potrebbe subire variazioni. Energica Motor Company si riserva il diritto di sostituire o cambiare alcuni componenti. Dettagli tecnici in via di sviluppo potrebbero subire variazioni o essere implementati successivamente all’acquisto del veicolo senza costi aggiuntivi.

1 COMMENTO

Comments are closed.