Home Alla ricarica EVBILITY, la colonnina con lo sponsor

EVBILITY, la colonnina con lo sponsor

0
CONDIVIDI

Colonnine con lo sponsor. E’ questa la proposta della lombarda EVBILITY, rivolta ai Comuni italiani interessati ad entrare nell’era della mobilità elettrica.

Finora il nuovo modello di business è stato abbracciato da una decina di amministrazioni del Nord Italia, ma gli ideatori, Nadia Magni e Luigi Sabadini, sono convinti che la loro idea sia quella vincente. Del resto l’hanno testata in precedenti esperienze imprenditoriali, sempre nel settore della fornitura di servizi per le pubbliche amministrazioni. Si occupavano infatti di fornire alle municipalità mezzi di trasporto per disabili, compattatori per il riciclo della plastica, stazioni automatiche per la fornitura del latte, sempre cercando nella vendita di spazi pubblicitari le risorse indispensabili per finanziare questo investimenti.

EVBILITY fa più o meno lo stesso con le postazioni di ricarica per Ev. Propone infatti ai Comuni una convenzione triennale in base alla quale si fa carico di tutte le spese di costruzione e manutenzione delle stazioni di ricarica in cambio delle autorizzazioni all’installazione. L’investimento viene coperto con la vendita di spazi pubblicitari a un pool di sponsor e con la fornitura di altri servizi pubblicitari e informativi attraverso il dispaly delle colonnine. Nessun costo vivo è previsto per gli utenti che accedono alla ricarica, e per le amministrazioni il solo onere è la fornitura di elettricità, eventualmente da recuperare con una tariffa per il parcheggio o con il recupero della plastica nelle vicine isole di riciclo.

Le stazioni della società bergamasca, prodotte da un’azienda italiana, la S&H di Peschiera Borromeo, consentono la ricarica simultanea di due auto a 22 kW, si attivano con una preregistrazione e con l’inserimento delle tessera sanitaria, sono compatibili con tutte le principali prese di corrente ad uso automobilistico, sono corredate da una pensilina protettiva e da un supporto metallico che funge da pannello pubblicitario.