Home Tecnologia & Industria Nikola, gli e-camion sbarcano a Wall Street con l’ok di Torino

Nikola, gli e-camion sbarcano a Wall Street con l’ok di Torino

0
CONDIVIDI

I camion elettrici Nikola approderanno a Wall Street nella seconda metà dell’anno. L’ha annunciato ieri Nikola Corporation specificando che il titolo sarà scambiato sul mercato tecnologico NASDAQ. Leader nella progettazione e sviluppo di semirimorchi classe 8 BEV e FCEV, è alleata con CNH Industrial in una joint venture europea. La società del Gruppo FCA ha già dato il via libera all’operazione.

Un’immagine del Nikola One, il primo camion a idrogeno dell’azienda Usa. Sarà sul mercato nel 2023

L’operazione Borsa frutterà 525 milioni di dollari

La quotazione avverrà attraverso la fusione con VectoIQ Acquisition Corp, una Special Purpose Acquisition Company (SPAC), società veicolo per investimenti già a listino con la sigla VTIQ. L’obiettivo è raccogliere sul mercato 525 milioni di dollari. Insieme a Tesla, Nikola Corporation sarà l’unica azienda nata per lo sviluppo di veicoli elettrici trattata sul mercato borsistico americano. Sarà in concorrenza diretta con il camion elettrico Semi di Tesla.

Oltre ai camion, i distributori per l’ idrogeno

Oltre ai camion a zero emissioni, si occuperà delle infrastrutture per il rifornimento dell’idrogeno. Ha in portafoglio oltre 10 miliardi di dollari in contratti di leasing in pre-ordine. Anche il modello di business scelto dalla società è simile  a quello di Tesla. Oltre ai veicoli, infatti, svilupperà una rete di infrastrutture di rifornimento di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili. I proventi della quotazione serviranno ad accelerare l’avvio del nuovo impianto modello (una sorta di Gigafactory) a Coolidge, in Arizona, e di avviare il lancio delle stazioni di idrogeno. La società prevede di generare ricavi entro il 2021 con il lancio del suo primo camion BEV.

Arrivano gli e-camion
Il Nikola Tre, completamente elettrico, sarà venduto in Europa dal 2021.

Già 600 e-camion dall’anno prossimo

Secondo i documenti depositati presso la Securities and Exchange Commission, la Consob americana, la società prevede già l’anno prossimo di consegnare i primi 600 camion elettrici. Quindi raddoppierà quel numero ogni anno e dal 2023 aggiungerà anche i camion ad idrogeno. Prevede così di poter generare ricavi per 3,2 miliardi di dollari nel 2024 vendendo 7.000 camion a batteria e 5.000 camion a idrogeno.

Con CNH per produrre gli e-camion in Europa

CNH ha firmato l’accordo strategico con Nikola lo scorso settembre investendo 250 milioni di dollari. Attraverso IVECO e FPT Industrial, i marchi di veicoli commerciali e di motori di Cnh, produrrà il Nikola Tre, veicolo commerciale pesante a batteria, nel sito IVECO di Ulm (Germania). L’inizio della produzione è previsto per la prima metà del 2021.

Trevor Milton, fondatore e CEO di Nikola, ha dichiarato: «Siamo pronti. Non potresti chiedere notizie migliori per l’industria energetica e tecnologica. Il mondo sta passando a piattaforme a zero emissioni e Nikola è leader per i veicoli pesanti. Crediamo di avere un modello di business differenziato basato sull’economia, non sui sussidi statali. Ora dobbiamo raddoppiare e accelerare i tempi e arrivare sul mercato».

Trevor Milton, fondatore di Nikola

“Nikola pronta a fare la differenza globale”

«Dopo due anni di ricerche abbiamo trovato in Nikola il partner perfetto: un comprovato leader tecnologico, focalizzato a fare la differenza globale» ha dichiarato Stephen Girsky, CEO di VectoIQ ed ex Vice Presidente di General Motors Corporation. «La visione di Nikola di un futuro a emissioni zero e la capacità di esecuzione sono stati i driver chiave della nostra decisione».

Milton sarà presidente esecutivo della società combinata. Prima di lanciare Nikola nel 2015, Milton è stato CEO di dHybrid Systems, una società di tecnologia di stoccaggio del gas naturale.

Mark Russell sarà direttore generale. Entrato in Nikola come presidente nel 2019,  in precedenza ha ricoperto la stessa carica in Worthington Industries, una società di produzione di metalli quotata in borsa.

LEGGI ANCHE: Nikola Motor studia l’idrogeno, scopre la super batteria