Home Due ruote 20 regioni in 20 giorni: scatta l’e-tour di Salvatore Magliozzi

20 regioni in 20 giorni: scatta l’e-tour di Salvatore Magliozzi

1
CONDIVIDI

È tutto pronto per la nuova, grande, avventura ad impatto zero di Salvatore Magliozzi. Il fondatore dell’associazione Tototravel.it si appresta a partire oggi (11 maggio) dalla Sicilia per il suo tour italiano a bordo di uno scooter elettrico.

Si tratta della seconda edizione del progetto ambientalista “20 regioni in 20 giorni”, che noi di Vaielettrico abbiamo seguito con passione fin dagli albori, raccontando, due anni fa, la prima impresa di Magliozzi.

Magliozzi “testa” L’NGS3 prima del via

Passata la sfuriata della pandemia, il blogger-viaggiatore nativo di Gaeta è pronto a rimettersi in sella e affrontare nei 20 giorni canonici una nuova traversata della Penisola.

Toccherà tutte le regioni italiane, come prestabilito, guidando lo scooter NGS3 dell’azienda italiana Askoll (QUI LA NOSTRA PROVA) cercando di superare imprevisti e avversità climatiche per compiere in tempo la nuova impresa. Che due anni fa riuscì perfettamente.

Una tappa al giorno, con gli amici bruchi

Visto il successo della prima edizione, il format del progetto non è cambiato.

Salvatore Magliozzi partirà dalla Sicilia per risalire lo Stivale fino alle Alpi, concludendo il viaggio sulle coste della Sardegna. Una tappa al giorno, una per regione.
Con lui gli immancabili compagni di viaggio già protagonisti due anni fa: tre bruchi (Papilio Machaon), che saranno alloggiati in un cestino di paglia e muschio, appositamente creato per tenerli al riparo dalle intemperie. Al termine dei venti giorni di viaggio, dovrebbero aver completato la loro trasformazione per essere liberati come farfalle al traguardo finale.

L’idea delle farfalle in questa edizione assume anche le forme di un progetto didattico per le scuole. In ogni tappa, infatti, ad una scuola o un’associazione ambientalista locale verrà consegnato un kit con tre bruchi e tutto l’occorrente perché gli alunni possano seguire passo-passo il loro sviluppo. Un’esperimento che porterà quindi alla reintroduzione nei territori delle tre farfalle Macaone, sempre più rare a causa dell’inquinamento e del cambiamento climatico.

Le farfalle “liberate” al termine della prima traversata nel 2020

Un messaggio ambientalista… anche in bici

Confermate anche le iniziative ambientaliste correlate alla traversata. Ci sarà spazio per la promozione dei territori, attraverso il racconto dei punti d’interesse naturalistici e delle specialità eno-gastronomiche, così come tanti saranno i messaggi pro-ambiente rilasciati da personaggi noti/influencer di ciascuna regione.

La grande novità di questa edizione è che Magliozzi non sarà l’unico a tentare l’impresa. Al suo fianco ci sarà un altro blogger avventuriero, Enrico Diluviani, che tenterà di coprire lo stesso percorso in sella alla bicicletta muscolare con cui ha già solcato le strade di mezza Europa.
Se attraversare l’Italia in scooter elettrico, in 20 giorni, è già di per sè arduo, farlo pedalando sarà veramente un’impresa da record.

Dall’11 al 30 maggio. Il via dalla Sicilia

La partenza del tour elettrico è fissata per oggi, 11 maggio, con arrivo finale, salvo imprevisti, il 30 maggio.
La prima tappa è poco più che una “sgambata” di riscaldamento: si parte da Nizza di Sicilia e si arriva a Messina in una quarantina di km. Giovedì l’approdo sulle coste calabresi.

Noi di Vaielettrico seguiremo passo-passo la traversata, raccontando settimanalmente i momenti più significativi. Non ci resta che augurare un grande in bocca al lupo a Salvatore ed Enrico!

Buon viaggio.

—  Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome