Home Tecnologia & Industria Con Nidec Asi nasce in Italia il “pieno” elettrico da 15 minuti

Con Nidec Asi nasce in Italia il “pieno” elettrico da 15 minuti

0
CONDIVIDI

Nasce in Italia, nel centro di ricerca e sviluppo della multinazionale giapponese Nidec Asi, il fast charger bidirezionale che permette di ricaricare le più capaci batterie auto esistenti in meno di 15 minuti.

Ultra Fast Charger (UFC), questo il nome dell’avanzato sistema, collega la rete nazionale con le colonnine di ricarica, semplificando e velocizzando il processo di elettrificazione. Funge in pratica da “cuscinetto” tra la rete elettrica e la colonnina di ricarica, e integra 160 kWh di batterie installate con controlli di potenza evoluti. E’ il prototipo di una nuova generazione di charger ultra veloci, che possono essere connessi a reti elettriche di bassa o media tensione (LV o MV GRID) e che, a fronte di un fabbisogno energetico di soli 50 kW, consentono di fornire al veicolo una potenza di 320 kW, moltiplicando quindi per 6 la potenza erogata rispetto a quella attinta dalla rete. Questo significa in pratica la possibilità di portare, in soli 15 inuti, all’80% di ricarica due auto con un’autonomia reale fino a 500 chilometri in parallelo o tre in serie, con un’efficienza del 95%. I sistemi di ricarica di Nidec ASI sono studiati per essere alimentati sia dalla rete elettrica che da fonti rinnovabili, come l’energia solare, e possono anche essere bidirezionali, ovvero consentire il Vehicle-to-Grid (V2G). Sono soluzione in grado di rispondere all’aumento della richiesta di energia necessaria ad alimentare le colonnine di ricarica e all’esigenza di mantenere la massima stabilità della rete elettrica.

Ricariche su misura per ogni cliente

Nidec ASI sta implementando un intero portafoglio di prodotti: oltre agli Ultra Fast Charger, l’offerta prevede stazioni di ricarica a bassa tensione (LV Charging Station) con batterie centralizzate, che consentono la ricarica all’80% fino a 12 veicoli in un’ora, e stazioni di ricarica a media tensione (MV Charging Station), eventualmente senza batterie, che possono essere utilizzate per erogare maggiore potenza e ricaricare oltre 12 veicoli in un’ora contemporaneamente, ad esempio nel caso di una flotta aziendale o di veicoli commerciali nell’ambito di imprese logistiche.

«Pensiamo che sia solo questione di tempo prima che l’auto elettrica si affermi anche in Italia – ha commentato Matteo Rizzi, Director, Global Sales & Marketing, Renewables (PV, BESS & EV) di Nidec Industrial Solutions _.In molti Paesi del Nord Europa, negli USA e, soprattutto, in Cina e in Giappone l’e-Mobility è già una realtà diffusa e rappresenta una risposta alla richiesta sempre più impellente di ridurre l’inquinamento e il rumore, soprattutto nei centri urbani. Forti di un’esperienza di 180 anni nell’elettronica di potenza, di un riconosciuto know how nel power management, ovvero nella gestione efficace della rete elettrica, e di una leadership consolidata nel mercato dell’energy storage a batterie (BESS) grazie a un installato di oltre 500 MWh nel mondo, uniti ad un impegno pluriennale nell’ambito delle energie rinnovabili e nel settore dei veicoli elettrici, siamo riusciti a mettere a punto una soluzione avanzata che ha un’elevata capacità di ricarica dei veicoli e che è in grado di mantenere un flusso costante nella rete elettrica, riducendo i rischi di black out che si potranno generare in futuro con una maggiore diffusione delle auto elettriche».

Con Peugeot nei motori elettrici

Shigenobu Nagamori . ceo di Nidec

Lo scorso gennaio Nidec e il gruppo PSA (Peugeot) hanno annunciato la creazione di una Joint venture per la produzione di 900.000 motori elettrici all’anno, con un investimento di 200 milioni di euro. L’approccio di Nidec ASI, spiega Rizzi, è quello di fornire servizi e tecnologie su misura di ciascuna azienda, di specifici progetti e di ogni tipologia di mezzo (autobus,  veicoli commerciali o auto), proponendo anche applicazioni di smart charge management di tutte le stazioni di ricarica, anche nel caso di un utilizzo pubblico per autobus o veicoli commerciali.

Prodotti Nidec per l’Oil&Gas

Nidec ASI debutta nel 2012 quando Nidec acquisisce la società Ansaldo Sistemi Industriali (ASI). I mercati di riferimento sono petrolchimico, energia tradizionale e rinnovabili, siderurgia, navale e automazione industriale. La multinazionale è specializzata in applicazioni pesanti dove sono richieste alte potenze e prestazioni elevate: motori elettrici e generatori fino a 65 MW di potenza (87.000 cavalli); inverter e convertitori elettronici di potenza; automazione e software di processi industriali; retrofit di centrali elettriche e generatori idroelettrici; sistemi integrati per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e loro stabilizzazione nel collegamento alle reti nazionali.