Home Scenari 10 CEO (Enel, VW…) puntano 100 miliardi sulla svolta Green

10 CEO (Enel, VW…) puntano 100 miliardi sulla svolta Green

3
CONDIVIDI
Francesco Starace di Enel e Herbert Diess di Volkswagen: sono tra i 10 CEO che punteranno 100 miliardi sull'ambiente.

10 CEO di altrettante grandi aziende europee, tra cui Enel e Volkswagen, investono 100 miliardi di euro nella decarbonizzazione di imprese e prodotti.

10 CEO per rendere la UE il continente più sostenibile

La CEO Alliance for Europe’s Recovery, Reform and Resilience è un Action Tank nato nel 2020 per creare soluzioni pratiche in progetti intersettoriali di protezione del clima.  Puntando a uno scambio stretto e costruttivo con la Commissione Europea. E ora investiranno 100 miliardi di euro entro il 2030. Puntando a una graduale introduzione di un prezzo intersettoriale per la CO2 e a scadenze ambiziose per l’abbandono del carbone. Il dettaglio è in un documento di sintesi congiunto.

10 CEOI 10 top manager sono: Björn Rosengren (ABB), Thierry Vanlancker (AkzoNobel), Francesco Starace (ENEL), Leonhard Birnbaum (E.ON), Ignacio Galán (Iberdrola), Søren Skou (Maersk), Christian Klein (SAP), Henrik Henriksson (Scania), Jean-Pascale Tricoire (Schneider Electric) e Herbert Diess (Gruppo Volkswagen). Obiettivo comune: rendere l’Unione Europea il continente leader per la protezione del clima. Sbloccando investimenti e guidando l’innovazione, con la creazione di posti di lavoro a prova di futuro.

Ricarica per i mezzi pesanti e batterie prodotte nella UE

10 CEO
Frans Tinnemans, olandese, vice-presidente della Commissione UE.

Il Green Deal europeo e Next Generation EU metteranno l’innovazione e l’ingegno europei al servizio della causa climatica globale“, hanno spiegato i 10 CEO. “Daranno il via a un’ondata di investimenti nella sostenibilità e nella resilienza e creeranno posti di lavoro a prova di futuro in tutta l’Unione”. I CEO incoraggiano i politici europei a compiere passi coraggiosi verso la neutralità climatica. La CEO Alliance  lavora a progetti concreti come un’infrastruttura di ricarica europea per il trasporto pesante e l’integrazione dei sistemi energetici. Oltre al tracciamento digitale dell’impronta di carbonio, agli edifici sostenibili, ai bus elettrici, a una catena del valore per l’idrogeno verde e all’incremento della produzione di batterie. Entusiasta il Vicepresidente Esecutivo della Commissione, Frans Timmermans: “Accolgo con favore l’impegno della CEO Alliance per la ripresa verde dell’Europa. E condivido la convinzione che le loro aziende abbiano ciò che serve per costruire un futuro sostenibile”.

— Leggi anche: Volkswagen Group vuole installare 18 mila punti di ricarica in Europa, per l’Italia il partner sarà l’Enel

 

Apri commenti

3 COMMENTI

    • Dal momento che sono grandi aziende, spero che questo porti ad una serie di investimenti diffusi portando l’effettivo impatto di questi investimenti ad un livello ancora più siginificativo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome